Cosa mi aspetta nel 2020?

Buona sera, amici lettori. In seguito al precedente post, dove tiravo le somme del 2019 (e che potete trovare QUI) mi sembra giusto dedicare un piccolo articolo a quelli che sono i propositi per il 2020 e i vari progetti che ho in ballo. Quindi, via alla carrellata:

  1. partiamo da questo sito. Già l’anno scorso mi ero prefissato di essere un po’ più attivo e di aumentare il traffico e l’interesse da parte del pubblico. Ci sono riuscito? Direi di sì. Gli articoli sono stati senza dubbio di più e il traffico, che era già raddoppiato nel 2018, è raddoppiato di nuovo nel 2019. Non so se sarò in grado di ripetere il traguardo anche nel 2020, ma di una cosa sono certo: spero di scrivere di più, soprattutto a livello personale, ossia di quello che è il mio percorso tortuoso nel mondo editoriale;
  2. intendo fare più presentazioni fisiche per quanto riguarda BACKUP, uscito lo scorso dicembre. Mi rendo conto che, a differenza dei romanzi d’avventura che ho scritto in passato, la fantascienza è un genere molto di nicchia ed è difficile promuoversi solamente online. Vorrei incontrare quindi le persone, parlare con loro e riuscire a trasmettere a quattr’occhi quello che voglio dire per mezzo di carta e inchiostro. Inoltre, le presentazioni sono sempre un’esperienza che arricchisce molto. Ne ho già in programma tre per il mese di febbraio, qui in provincia. Vedremo poi nella restante parte dell’anno;
  3. ci sarà una nuova pubblicazione quest’autunno. Ricorderete il romanzo “L’uomo senza epilogo”, con cui sono arrivato in finale al Premio Internazionale Città di Como. Beh, ha finalmente trovato casa e l’ha fatto con un piccolo editore di cui nutro molta stima, dinamico e con una grande voglia di crescere. Sono certo che sarà una meravigliosa avventura, che mi trasformerà in un autore ibrido (dopo cinque anni di self-publishing) aprendo nuove porte;
  4. sto scrivendo un nuovo romanzo, un thriller che ho nel cassetto dal 2011. L’ho rifatto completamente, mettendo in gioco tutta l’esperienza maturata in questi anni e lo stile che, spero vivamente, di aver raffinato. Sarà una storia al cardiopalma, forse un po’ cruda, e che spero, a sua volta, possa trovare un editore;
  5. ci sarà la seconda edizione di Libri in Valle, che si terrà a maggio, in tutta la provincia di Sondrio. Avremo una tappa in più, rispetto al 2019, per un totale di 6, ben 12 autori locali e 6 ospiti d’eccezione, di fama nazionale e internazionale. Sono sicuro che quello che sto organizzando insieme agli amici di Valtellinarte, avrà di nuovo successo e l’affetto che le persone ci hanno mostrato alla prima edizione;
  6. si stanno già muovendo le cose per una terza edizione di Libri in Valle, che si terrà nel 2021. Nella seconda parte dell’anno, quindi, sarò impegnato nell’organizzarla e con molte altre persone si sta già pensando in grande per una trasformazione, in positivo, di quello che è il format che stiamo consolidando. Vi terrò aggiornati;
  7. parteciperò anche quest’anno al Salone Internazionale del Libro di Torino. Farò ancora parte del CSU (Collettivo Scrittori Uniti), sia con la saga Jolly Roger che con Backup. Già l’anno scorso sono rimasto molto soddisfatto, non solo per le vendite ma anche per l’esperienza nei rapporti sociali che un tale evento porta sempre con sé;
  8. la saga Jolly Roger, per quanto riguarda il digitale, ha delle nuove copertine che omaggiano i cinque anni dalla pubblicazione del primo volume. Di queste, devo ringraziare Eugene Pitch, che le ha realizzate. Ho in mente di portarle presto anche per il cartaceo, oltre che di produrre, nel corso del 2020, due cofanetti (1+2 e 3+4+5) e una raccolta dell’intera saga in un unico volume. Anche di questo avrete buone nuove;
  9. sto collezionando diversi mini-racconti, grazie alla mia partecipazione al contest di Minuti Contati, mese dopo mese. Sto riflettendo sulla possibilità di creare una raccolta digitale, ma su questo devo ancora decidermi;
  10. infine, la novità più stravolgente e sensazionale che coinvolgerà me e mia moglie Natalie nel 2020, ossia la nascita di nostra figlia Lea, tra la fine di marzo e l’inizio di aprile. Avremo il nostro bel da fare. 🙂

Voi? Quali propositi avete?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...