2019: tiro le somme

Inizia il 2020 con nuovi progetti all’orizzonte, nuovi traguardi e idee sempre in evoluzione/rivoluzione pronte a concretizzarsi. Prima di parlare di queste, però, faccio un bilancio personale su quello che è stato il 2019.

Posso dire che dal punto di vista della scrittura è stato l’anno più prolifico. Per la prima volta mi sono ritrovato a terminare ben due romanzi. In genere viaggiavo a una media di un romanzo all’anno (la saga Jolly Roger è uscita in cinque volumi a questa cadenza), ma questa volta, complice la disoccupazione che mi ha visto a casa da novembre 2018 a settembre 2019, ho potuto terminare l’editing de “L’uomo senza epilogo” e scrivere, editare e autopubblicare BACKUP, uscito il 9 dicembre 2019.

Queste due storie mi hanno dato parecchie soddisfazioni. In primo luogo perché mi hanno permesso di staccare da una trama che, per quanto mi abbia regalato gioie e divertimento, mi stava incatenando a un marchio che sentivo di dovermi scrollare di dosso. Cinque anni, infatti, sono tanti e l’essere associato al termine “pirati” iniziava a pesare. Non è stato facile, certo, perché cambiare totalmente, passando al romanzo non di genere e alla fantascienza, richiede molto impegno, ma finalmente sento di poter respirare aria nuova e questo è solo un bene.

In secondo luogo, L’uomo senza epilogo (ancora inedito ma in uscita per il 2020) ha avuto modo di partecipare al Premio Internazionale Città di Como. Non mi dilungo troppo su questo premio, ne ho già parlato in un altro post, ma l’essere arrivato in finale è stato come salire un gradino del mio percorso, una gioia indescrivibile.

Che dire del resto? Nel 2019 ha preso anche forma il festival letterario della provincia di Sondrio che ho fondato e ideato insieme agli amici di Valtellinarte: Libri in Valle. Cinque tappe, otto scrittori locali, cinque musicisti valtellinesi e cinque autori di fama nazionale e internazionale come ospiti: Rosa Teruzzi, Alessandro Barbaglia, Michele Gazo, Dario Tonani e Alessia Coppola. Un festival che ha creato bei legami, regalando anche meravigliose emozioni. Il fatto che per il 2020 è prevista una seconda edizione con tante novità, beh… è anche questo fonte di gioia. Ve ne parlerò a tempo debito.

A Libri in Valle ho fatto le mie prime presentazioni fuori dalla Valchiavenna (sono sempre stato un po’ restio a farne, preferendo puntare sugli e-book e la promozione online). Questo senza contare la mia presentazione di cinque minuti al Novara in Bionda, con in mano un bicchiere di birra. Sono stato ad Ardenno e Sondrio, ma ho parlato della saga Jolly Roger anche a Campodolcino.

Nel 2019 sono anche stato al Salone Internazionale del Libro di Torino, per la prima volta come autore. Questo grazie al CSU (Collettivo Scrittori Uniti) che mi ha accolto fra le proprie fila, dandomi spazio al loro stand.

Quindi, che dire? Un anno di novità e sono convinto che il 2020 potrà portare ulteriori soddisfazioni. Quali sono gli obiettivi proposti? Ne parlerò in un altro post. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...