Ispirazione VS Tracce imposte

Una delle difficoltà che ho sempre avuto nello scrivere è quella di imporre alla mia mente una certa tematica, una storia o perfino un obiettivo. Me ne sono reso conto nel corso del tempo.

Mi è capitato che alcune persone associassero l’essere scrittore alla capacità di esserlo in qualunque ambito e circostanza. Le frasi erano le seguenti:

“Ah, beh, tu che sai scrivere non dovresti aver problemi ad abbozzarmi il testo di questa pubblicità.”

Oppure:

“Tu che sei scrittore, fammi una bella dedica sul libro.”

O ancora:

“La traccia del racconto è la seguente…”

Esatto, che si parli di aspetti lavorativi, dediche o racconti a tema imposto, la mia mente rischia spesso di andare in corto circuito. Non riesce in alcun modo a seguire dei binari, viaggia per conto suo e solo raramente ottengo la benevola coincidenza in cui ciò che devo fare corrisponda alla mia ispirazione.

La saga Jolly Roger è nata da questo e la fortuna ha voluto che questa ispirazione mi accompagnasse per ben cinque anni, fino a concluderla (da questo potrete immaginare la mia emozione quando ho scritto l’ultima riga).

In tutto questo tempo, però, pur seguendo costantemente le nuove uscite in merito ai concorsi letterari, sono riuscito a sfornare solamente otto racconti. Molto pochi, considerando che la loro lunghezza, nell’insieme, non raggiunge le cento pagine.

Ancora devo capire bene se questa cosa sia un bene o un male, se lavorarci su oppure assecondare questa mia propensione. Al momento, anche quando devo scegliere una storia, pur avendo mille idee e mille cartelle aperte sul desktop (con già i titoli e le trame dei romanzi che intendo realizzare), mi tocca attendere, aspettare che una di queste spinga in particolar modo, portandomi a DESIDERARE di mettere giù qualche riga di prologo. Ci vogliono settimane, prima che capisca che quella è la storia giusta, maturata e pronta per essere colta.

Che dire? A ognuno il suo fardello. Intanto si prosegue con la realizzazione del mio primo romanzo di fantascienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...