Ho visto: Thor Ragnarok.

Buonasera ciurma.

Torno in superficie per dirvi la mia su quello che è il diciassettesimo film del Marvel Cinematic Universe: Thor Ragnarok.

Non che avessi grandi aspettative per questo film, forse perché sia il primo della trilogia (Thor, 2011) che il secondo (Thor, the Dark World, 2013) non mi avevano del tutto convinto, difatti non hanno lasciato una grande traccia nella mia già debole memoria.

Ho affrontato questa pellicola, quindi, più con la voglia di ricevere determinate spiegazioni, piuttosto che con il forte desiderio di rivedere l’eroe della mitologia germanica. Per esempio, mi interessava sapere che fine avessero fatto sia lui che Hulk, dopo gli eventi di Avengers, Age of Ultron.thor-ragnarok-taika-waititi-un-buon-80-del-film-improvvisato-v4-299757

Che dire quindi? Beh, posso dire che nonostante i pareri fortemente negativi che ho visto in giro per la rete, non ho trovato che il film sia da catalogare tra i peggiori dell’universo condiviso (Iron Man 3 continua a rimanere sul podio imbattuto). Mi ha intrattenuto ed è riuscito a farlo anche con mia moglie, che non è una grande appassionata del genere e che lo stampino Marvel stava iniziando col tempo a stufarla. Secondo me, dunque, la sufficienza riesce a raggiungerla, pur lasciandomi diverse perplessità che qui sotto vado a elencare:

  1. il regista si è palesemente ispirato all’atmosfera ricreata nei due film de “I Guardiani della Galassia”. Questo lo si vede sia dagli accenni agli anni 80 e sia per l’umorismo molto più sopra le righe rispetto agli altri film Marvel. Questa volontà la si può in un certo modo comprendere, dato che i precedenti film di Thor, molto più cupi e Shakespeariane, non avevano avuto grande successo, a differenza da quanto portato sullo schermo da James Gunn nelle pellicole sui Guardiani. Forse, la Marvel voleva rilanciare l’immagine di Thor attraverso questo stile collaudato, approfittando della medesima ambientazione spaziale, ma il punto è che i Guardiani della Galassia si sono presentati sin da subito con questo stile e agli occhi dello spettatore essi vi si identificano come con un marchio di fabbrica. Thor, invece, esce da due film totalmente diversi e non credo che si possa permettere il lusso di cambiare le proprie caratteristiche così drasticamente senza far storcere il naso al grande pubblico;
  2. oltre alle atmosfere, abbiamo accennato all’umorismo. Al di là del fatto che questo possa essere in qualche modo soggettivo (in diversi hanno parlato di battute che non facevano ridere, ma in sala ho sentito diverse persone divertirsi), credo che comunque vi sia stata calcata un po’ troppo la mano. Se un 80% delle frasi umoristiche potevano anche starci, forse per adattarlo ancor di più a quella fetta di pubblico sotto ai 10 anni che più di tutte riempie le tasche del brand, un 20% era chiaramente di troppo. Thor che lancia una palla contro il vetro per poi riceverla in faccia su rimbalzo o il portale che viene chiamato “ano del Diavolo” sembrano quasi più ricalcare “Una pallottola spuntata”, “Hot Shot” o “Austin Powers” che un film appartenente al filone dei supereroi;
  3. Hulk parla improvvisamente. Considerate il fatto che Hulk non ha praticamente MAI parlato in tutti i film Marvel che ci sono stati fino ad ora. Ha sempre e solo grugnito, se non per qualche parola appena accennata. In questo film intavola dialoghi molto lunghi, per quanto siano sgrammaticati. Il tutto per sostenere dei semplici sketch. Anche questo, credo che porti lo spettatore a rimanere spaesato, stravolgendo un personaggio e premendo l’acceleratore sulla sua “evoluzione”. A questo aggiungiamo una stonatura che ho notato e che riguarda il motivo stesso per cui Hulk si trova nello spazio. Da quello che avevo capito, con il finale di Age of Ultron, Hulk fuggiva dalla terra per timore di poter fare del male alle persone che ama (come Vedova Nera). In questo film viene fatto passare che l’eroe verde se ne è andato per il semplice fatto che non si sentisse amato dai terrestri. Possibile?
  4. certi personaggi vengono tolti di mezzo senza alcuna ripercussione sul protagonista. Capisco che si doveva trovare un modo per giustificare l’assenza di Natalie Portman, che non ha più voluto continuare col progetto, ma accennare alla sua scomparsa con un semplice “ci siamo lasciati” detto davanti a due ragazzine che volevano un selfie sembra un modo davvero superficiale per farlo. Oltre a lei, possiamo fare menzione anche degli amici di Thor (SPOILER, attenzione, se non avete ancora visto il film saltate questa parte fino alla fine del punto), Fandral, Hogun e Volstagg. Essi vengono uccisi da Hela in modo brutale e di loro non se ne parla più per tutto il film. Thor non chiede di loro, pur notandone inevitabilmente l’assenza, e nemmeno ne piange la morte. Eppure li abbiamo visti al suo fianco per due film e il loro rapporto era sempre stato descritto come fraterno. Per quale ragione Thor si dimentica improvvisamente di loro?

Insomma, queste sono le quattro cose che non mi hanno affatto convinto. Per il resto, per quanto le sparatorie stonassero anch’esse con il mondo asgardiano, ne sono uscito intrattenuto e divertito. Lo scontro tra Thor e Hulk all’interno dell’arena vale da solo tutto il film ed è uno dei più belli che ho visti all’interno di questo universo, ancor più di quelli avvenuti in Civil War.

null

Ora, non ci resta che attendere l’uscita di Pantera Nera a Febbraio del 2018, prima di giungere al capitolo tanto atteso: Infinity War.

Fatemi sapere la vostra opinione, se avete visto il film di Thor e iscrivetevi al blog!

Alla prossima ciurma!

An se vì!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...